Come realizzare una moodboard.

Una moodboard è una rappresentazione visiva di concetti e idee creata utilizzando una disposizione di immagini, testi e altri materiali di design. L’intenzione di creare una moodboard è quella di evocare o rappresentare lo stile o il tono particolare di un progetto. Alcuni pensano a una moodboard come a un collage di idee più piccole che contribuiscono a un concetto più ampio. Ogni aggiunta alla moodboard, sia essa un’immagine o un testo, rappresenta diversi segmenti del progetto più ampio. Quando vengono combinati in un unico spazio, gli elementi si uniscono per evocare particolari sensazioni o idee astratte.

Se stai pensando di rinnovare la tua identità realizzare una moodboard è un ottimo modo per avere stimoli creativi. Potrai rappresentare con delle immagini le sensazioni che non riesci ad esprimere con le parole o chiedere aiuto ad un professionista che ti aiuterà a trovare la palette colori perfetta per la tua attività ma anche a raccogliere stimoli per un nuovo progetto creativo. O perché no, a scegliere lo stile e gli arredi del tuo spazio. Sia che hai un negozio o uno studio, sarà bellissimo lavorare in un luogo che ti rappresenta e che ti far stare bene.

Indice:
    Add a header to begin generating the table of contents

    I vantaggi di creare una moodboard.

    Ecco alcuni dei numerosi vantaggi dell’utilizzo di moodboard per comunicare e documentare le tue idee.

    Fornire una direzione al cliente

    I team di design hanno spesso bisogno di una direzione prima di iniziare un nuovo progetto. Una moodboard aiuta a concettualizzare le idee, a fornire una direzione e a consentire l’autonomia creativa di un team di designer.

    Visualizzare idee astratte

    Spesso un’idea astratta può essere trasmessa in modo più efficace attraverso una moodboard piuttosto che con le parole. I mezzi visivi, come le immagini e altri materiali di design creativo, sono un ottimo modo per esprimere obiettivi e concetti. Le moodboard possono fornire ispirazione quando i progetti sono difficili da articolare o se si ha difficoltà a iniziare a realizzare un progetto.

    Vedere il quadro generale

    Il moodboarding consente di pensare al futuro e di creare una visione per il futuro di un progetto. Inoltre, funge da punto di partenza a cui fare riferimento, se necessario. Questo aspetto aiuta i membri del team a rimanere in carreggiata e a concentrarsi sul piano e sul concetto originale del progetto.

    Raccogliere e consolidare idee differenti

    L’obiettivo di una moodboard è creare una rappresentazione visiva semplice, ma efficace, di un obiettivo a lungo termine. Una moodboard permette ai creatori e ai collaboratori di fare Brainstorming e di consolidare le loro diverse idee ed estetiche in una visione condivisa dello stato futuro.

    Ispirare nuove idee

    Una moodboard permette di piantare un’idea generale e di vederla crescere. Combinando idee e concetti diversi in un unico spazio consolidato, il team viene stimolato a pensare a nuove estetiche e design e a basarsi sui contributi degli altri.

    Cosa includere in una moodboard.

    Una moodboard è un collage di elementi che contribuiscono a un’idea o a un concetto generale. Quali siano questi elementi e cosa decidi di aggiungere dipende solo da te. Lascia che sia la creatività a guidare la tua moodboard. Tra gli elementi più comuni che spesso vengono aggiunti alle mood board ci sono sicuramente le immagini: fotografiche, render, schizzi; possono essere diverse ma tutte devo essere sostenute dall’obiettivo di design che stai cercando di curare. Altro elemento fondamentale, che abbiamo già accennato prima, è la palette dei colori e delle texture: una tavolozza di colori unificata aiuta la tua moodboard a rimanere concentrata e coerente. Si potrebbero eventualmente aggiungere anche font e tipografia, keywords o parole descrittive; possono aiutare la concettualizzazione e guida le decisioni del design. Ma quello che non deve assolutamente mancare sono i tuoi valori: aggiunta della missione aziendale, dei tuoi valori guida, di ciò che vuoi esprimere attraverso la tua moodboard, è quello che da quel quid in più al progetto e fa si che tu possa ottenere un risultato soddisfacente per te se stesso e per i tuoi clienti.

    Come RendeOnePlus realizza una moodboard.

    Di seguito ti spieghiamo la nostra idea di creazione di moodboard. Quando si crea una moodboard si può partire da una lavagna vuota o trarre ispirazione da un modello moodboard. Indipendentemente dal modo in cui si inizia, ci sono tre fasi principali da seguire per creare una moodboard che ispiri:

    1 – Brainstorming: Prima di iniziare a creare una moodboard, il nostro team è sempre d’accordo su un tema generale e sulla direzione da seguire. E’ qui che il brainstorming diventa utile: durante le nostre sessioni di brainstorming, discutiamo di idee, parole chiave ed estetica del design, in modo che tutti possano contribuire con idee che portino poi all’obbiettivo finale.

    2 – Raccogliere elementi e materiali: Una volta concordata la direzione generale della moodboard, iniziamo a raccogliere gli elementi che rappresentano le idee del cliente; l’idea estetica scelta precedentemente dal team ci aiuta come ispirazione per i materiali da raccogliere. A questo punto raccogliamo tutti gli elementi anche quelli solo vagamente collegati perché potrebbero portarci ad idee di design fuori dagli schemi che magari durante la fase 1 non c’erano venuti in mente.

    3 – Selezione e revisione: Adesso solitamente componiamo il puzzle; con lo stock di materiali reperiti colleghiamo tutti gli elementi, cercando di aggiungerne il maggior numero possibile. Una volta completata la moodboard iniziamo a rimuovere gli elementi che non si adattano bene agli altri: questa fase è fondamentale perché la selezione permette alla moodbaord di essere creativa e mirata.

    Bene, ora veniamo alla pratica; di seguito ti mostriamo come noi realizziamo le nostre moodboard e quali sono gli ingredienti da utilizzare.

    Un paio di immagini di ispirazione dalla natura: Paesaggi naturali, landscapes, piante, animali, dettagli, qualsiasi cosa legato alla natura che ti susciti emozioni.

    natura 2

    Un paio di immagini di interior inspirations: Seleziona accuratamente 2 situazioni di interior che ti piacciono davvero e interrogati su ciò che ha catturato la tua attenzione in quelle determinate immagini.

    Render 1

    Materiali: Che sia legno, cemento, acciaio, vetro oppure gres, scegli le tue textures preferite.

    Orvié Original – Capitano spina italiana – prelevigato – scelta AB_Gruppo Ercolini

    Trame di tessuti: Grafiche geometriche, fantasie floreali o tinte unite. Opziona tutto ciò che ti piace e che rispecchia la tua personalità.

    Coutur

    Elementi decorativi: Quali sono i tuoi elementi decorativi preferiti? Poniti questa e definisci quali elementi non possono sicuramente mancare nel tuo progetto:  piante verdi, oggetti particolari, poster che ritraggono…decidilo tu.

    Oly_Gallottiradice

    Palette colori: La palette deve essere composta da 4 o 5 tinte principali contenute all’interno delle immagini presenti nella moodboard. I rettangoli (oppure quadrati o tondi, scegli la forma che preferisci) devono essere disposti in scala graduata, partendo da un tono fino ad arrivare al suo opposto.

    5140a443fdeb7a570c4e446373640f75

    Parole/aggettivi: Ora osserva i colori, le forme e le emozioni contenute nelle immagini che hai selezionato e, attraverso di loro, ispirati per definire 5 parole che rappresentano, il tuo progetto.

    parole

    Svolgimento:  Componi le immagini senza essere troppo precisa nella disposizione, cercando di non sovrapporre troppo le foto per non coprirne il contenuto. Semplice, tutto qua, ora hai la tua moodboard, cioè la base per iniziare a creare il tuo progetto. Tutte le scelte progettuali che farai dovranno essere coerenti con la moodboard, quindi consultala spesso per non trovarti fuori strada.

    I nostri modelli di moodboard.

    Carrello
    Torna in alto